Lucia Ruggiero

43 anni, nata ad Alzano Lombardo. Abito a Bergamo da 5 anni, in via Quarenghi.

Lavoro in un gruppo editoriale a Milano, dove mi occupo di Digital Marketing.
Dal 2003 faccio parte del Comitato Pendolari Bergamaschi e tra il 2013 e il 2018 ho rappresentato i viaggiatori del trasporto pubblico locale in Regione Lombardia.

Laureata in Lingue e Letterature Straniere, ho vissuto a Londra per 2 anni e ho una seconda laurea inglese in Relazioni Internazionali.

Mi piace occuparmi di mobilità sostenibile e soprattutto di trasporto pubblico, ma non solo per questioni ambientali ma anche perché sogno una città più vivibile, in cui passeggiare non sia pericoloso, in cui muoversi senza auto sia molto più facile e soprattutto dove, spostandosi, le persone possano comunicare tra di loro, conoscersi e perché no scoprire i loro desideri e opinioni.

Tra i miei sogni per la mia città c’è anche quello di vedere una Bergamo sempre più aperta: ho studiato Lingue proprio in Città Alta e l’incontro tra culture, il rispetto dei diritti e dei pareri di ognuno senza prevalere ma accettando, comprendendo e sorridendo sono alla base di tutto quello in cui credo.

Lavorare per una città “aperta e inclusiva” vuol dire mettere al sicuro la propria cultura e amarla talmente tanto nel condividerla con tante altre persone, nuovi cittadini.